Ma che Gender? Lavoriamo per la parità dei sessi!

Da un post su Fb nasce la polemica sui corsi che l’associazione Eunice terrà a studenti e genitori alla scuola Gandhi. Parla la presidente Abbondanza
PONTEDERA — “La nostra associazione nasce per dare sostegno alle donne, nella ricerca di una parità di ruoli e diritti, la teoria Gender negli incontri che proponiamo nelle scuole non è trattata, neanche in maniera incidentale. Noi vogliamo solo far aprire gli occhi sugli stereotipi e le differenze sociali che ci sono fra uomo e donna”. La presidente di Eunice Marianna Abbondanza fa chiarezza dopo che, come spesso accade, un post su Facebook nel gruppo sei di Pontedera se, aveva scatenato le polemiche.
Il post su Fb – Nel messaggio su Fb si riportava una foto con un annuncio che la scuola Gandhi di Pontedera ha recapitato alle famiglie di studenti per pianificare 4-5 incontri da fare insieme ad alcuni esperti dell’associazione Eunice sulle differenze di genere tra uomo e donna.
L’equivoco – Il malinteso nasce proprio sulla concezione di differenze di genere, tra uomo e donna. Nel post di Fb si legge: “Sembra che anche alla scuola elementare Gandhi sia arrivata la temuta teoria Gender, anche Papa Francesco ne ha parlato per mettere in allerta la popolazione mondiale. Tale teoria mira a manipolare psicologicamente i bambini sin dalla tenera età per far si che in età adolescenziale/matura siano più predisposti a diventare omosessuali”. Da questo post sono partite decine di commenti, abbiamo chiamato Marianna Abbondanza per capire come stanno le cose.
Eunice spiega come stanno le cose – “La nostra associazione – spiega Abbondanza – è già al secondo anno di progetti sulla differenza di genere, affrontata nelle scuole. Ma non ha niente a che vedere con la teoria Gender. Siamo a sostegno delle donne vittime di violenza. Il nostro progetto mira a raggiungere la parità di diritti e opportunità per i sessi. La teoria Gender non è menzionata”.
E sul sito dell’associazione si può anche leggere il perché del nome Eunice, da dove proviene: “Eunice Itua era una ragazza nigeriana, viveva in Italia a Pontedera. E’ stata barbaramente uccisa a Pasqua del 2008 dalla violenza di un uomo. Eunice è stata vittima infinite volte: vittima della tratta che la ha portata in Italia, vittima del racket che la ha costretta alla prostituzione, vittima di un uomo che le ha tolto la vita. Vittima, forse, di un sistema che ignora e non tutela i deboli. E’ importante diffondere la cultura della non violenza e della parità, ed è importante mettere un numero sempre maggiore di donne nella condizione di conoscere i propri diritti e di chiederne il rispetto”. E l’associazione di Marianna Abbondanza e di altre numerose volontarie, si batte perché ci siano sempre meno storie come quella di Eunice. 
René Pierotti
© Riproduzione riservata

Articolo pubblicato su QUINEWSVALDERA del 21/04/2015

San Valentino con i ragazzi di Capannoli

20150214_123226

In occasione della festa degli innamorati, l’Associazione Eunice è stata invitata dalle scuole medie di Capannoli per un intervento di sensibilizzazione dei ragazzi sui temi della violenza alle donne e della relazione che troppo spesso si insatura tra controllo e amore.

Con l’iniziativa “Cosa c’entra l’Amore?” i ragazzi si sono confrontati con tematiche nuove e si sono cimentati in un dibattito dai contenuti molto interessanti.

Ringraziamo l’Amministrazione Comunale, le insegnanti e tutti gli alunni della scuola media che hanno partecipato.

 

L’otto e ci metto la faccia…

 

mimosaL’Associazione  Eunice,  l’ 8 MARZO 2015, in occasione della  “Giornata internazionale della Donna”, sarà presente in Piazza Cavour a Pontedera, di fronte al palazzo comunale dalle ore 15:30 alle ore 19:30 per ricordare anche quest’anno le conquiste sociali e politiche delle donne, e per non dimenticare le discriminazioni e le violenze cui esse sono tuttora soggette.

Molte le iniziative in programma, dalla mostra fotografica di tre giovani artisti del territorio al “Mettici la faccia” : chi vorrà avrà la possibilità di farsi scattare una foto con la mimosa, a significare la solidarietà al tema.

L’Associiazione Eunice sarà presente anche il 7 MARZO 2015, in qualità di moderatrice, al dibattito “Donne ribelli in terre di guerra” che si svolgerà,  alle ore 21:30 presso il Centrum Sete Sóis Sete Luas di Viale Rinaldo Piaggio, 82 a  cui parteciperanno : La Rappresentante delle donne curde, Mira Licen pittrice (Istria, Slovenia) Lada Tacen, rappresentante del Municipio di Piran (Istria, Slovenia), Vitória Branco, Assessore alla Cultura del Municipio di Elvas (Portogallo), e Daniela Pampaloni dell’Associazione Crescere Insieme

Seguirà, alle ore 22.00 l’ inaugurazione della mostra della pittrice slovena MIRA LICEN con degustazione di prodotti dall’Istria slovena e dall’Alentejo portoghese, e alle ore 22.15, il concerto del gruppo BRIGADA 14 JANEIRO (Portogallo). Il tutto con ingresso libero.

20150308_164334      20150308_164404

Evento one billion rising 2015!!!

Dopo il successo riscosso gli scorsi anni, ritorna l’evento flashmob organizzato in tutto il mondo dal movimento One billion Rising. Ancora una volta milioni di persone di diverse culture e nazionalità si ritroveranno il 14 Febbraio per ballare in favore dei diritti delle donne. Eunice non poteva mancare: il ritrovo è per tutti alle ore 18,30 in P.zza Cavour a Pontedera.

Per prepararsi al meglio Eunice farà delle prove Mercoledì 11 Febbraio alle ore 21,00 presso il centro Poliedro e di seguito il link al video della coreografia ufficiale dell’evento: cliccate ed esercitatevi…..Vi aspettiamo !!!

http://www.youtube.com/watch?v=Fwv16dtUvYM

 

http://www.youtube.com/watch?v=FF8g1m4Pmrg

Il volo leggero contro i femminicidi

palloncini

 

Nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne l’associazione Eunice ha lanciato decine di palloncini bianchi. Presente il consiglio comunale

 

PONTEDERA — Palloncini bianchi che volano in cielo, a ricordare le donne vittime di violenza nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne. In piazza Cavour alle 18, di fronte a palazzo Stefanelli l’associazione Eunice ha fatto volare in cielo decine di palloncini con i nomi delle donne uccise nel 2013. Al lancio hanno partecipato anche i membri del consiglio comunale di Pontedera che sono scesi in piazza.

Articolo tratto da “quinewsvaldera”.

Un mese importante per non dimenticare…

Volantino novembre 2014

Volantino novembre 2014

Anche quest’anno sono tante le iniziative che vedono coinvolta l’associazione Eunice nella attività di sensibilizzazione sul territorio per raggiungere il maggior numero di persone con il nostro messaggio di “DALLA VIOLENZA AL RISPETTO PER LE DONNE”

Vi invitiamo quindi a partecipare numerosi agli eventi pubblicizzati nella locandina di seguito:

 

 

Ancora una vittima …

“Ponsacco, 27 agosto 2014 – Prima della tragedia l’ha malmenata e forse colpita con violenza con una sedia al culmine di un litigio. Poi l’ha finita con piu’ coltellate al torace. E’ questa la ricostruzione fatta dai carabinieri dell‘omicidio-suicidio di ieri a Ponsacco (Pisa): il marito Domenico Specchiulli, muratore in pensione di 76 anni originario della provincia di Foggia, ha ucciso la moglie Maria Ricci, di 74 anni. Confermata anche la tesi del comportamento violento dell’anziano nei confronti della coniuge e degli altri familiari. I figli l’hanno infatti descritto come un padre e un marito-padrone incline a risolvere con la violenza anche le questioni piu’ piccole che si determinavano all’interno della famiglia. Ieri probabilmente i coniugi hanno iniziato a litigare forse per motivi futili e in breve Specchiulli ha perso la pazienza e ha iniziato a picchiare la moglie: la scena del crimine era raccapricciante con la donna riversa sul pavimento in un lago di sangue e con una profonda ferita alla testa oltre a quelle mortali sul torace. In terra c’erano anche ciocche di capelli che testimonierebbero la violenta colluttazione tra moglie e marito. Il muratore si e’ impiccato subito dopo avere inferto le coltellate mortali alla coniuge: ha preso una scala, ha collocato un morsetto su una delle travi del soffitto vi ha fatto scorrere una corda stringendosela intorno al collo e poi si e’ lasciato cadere nel vuoto. La morte dei coniugi sarebbe avvenuta al mattino anche se i due cadaveri sono stati scoperti da una delle figlie della coppia intorno alle 18 di ieri.”

La Nazione,27/08/2014

         L’associazione Eunice si unisce al dolore dei familiari della Sig.ra Ricci, nella speranza che questo ennesimo femminicidio non ci faccia mai dimenticare la sofferenza che molte donne vivono all’interno delle mura domestiche e possa dare loro la forza di denunciare.

Sentite condoglianze,

Ass.Eunice.

Gruppi di sostegno psicologico

 

Grazie ai finanziamenti di un progetto ministeriale UNRRA, Eunice farà partire a breve dei gruppi di sostegno psicologico per donne che vivono o hanno vissuto esperienze di marginalità e/o di violenza e saranno condotti da due psicologhe e una psicoterapeuta dell’Associazione.fronte volantino eunice.ok

Di seguito puoi scaricare il volantino con maggiori informazioni.